Il 2018 è stato finora un anno di grandi scoperte per il team Umaga. I top runner sono una di queste.
Top come top di gamma, runner perché corrono.
Ora cerchiamo di spiegarci meglio.
Già in aereo abbiamo notato dei giovani etiopi particolarmente atletici, che si sono uniti a noi durante il viaggio verso l’albergo ma felicioni ed entusiasti dall’atterraggio in terra straniera non ci siamo fatti troppe domande.
Eravamo ognuno immerso nei suoi pensieri: cosa si mangia a cena? Che orari farà la spa? Spacheranno botilie?

 

top runner - start

 

Chi diamine sono i top runner?

L’argomento top runner è rimasto a noi oscuro fino alla prima cena, quando guardandoci intorno ci siamo accorti che gli etiopi e i kenyoti (che tra di loro non si parlano) erano tantissimi e mangiavano piattoni di frutta e riso.
Perché sono così tanti e tutti nello stesso posto? Perché il riso? Spacherano botilie?
La risposta illuminante è arrivata celere dal nostro cliente Paolo: sono i top runner!
Ah, ma certo!
Fortunatamente è seguita una spiegazione adeguata alle nostre facce da ebeti, alcune già sporche di cioccolato e briciole varie.

Nell’ambito della corsa agonistica i top runner sono dei corridori esperti che fanno dei numeri molto alti, hanno una media di 20 km/h: superano il ticinese di turno che ti sta davanti in statale, per capirci.
In questo caso erano tutti africani, slanciati e leggeri per conformazione fisica e quindi già agevolati ad ottenere delle ottime prestazioni.
Se poi come alcuni di loro ti abitui a correre a 2000 metri, una volta che gareggi in Europa voli.
Lo fanno per lavoro: si allenano fin da piccoli, vengono scoperti da manager che li prendono sotto la loro ala, li preparano atleticamente e in base ai risultati ottenuti li iscrivono alle mezze e alle maratone internazionali, ma la cosa veramente distintiva è che vengono pagati da chi organizza la maratona e dagli sponsor e state pur certi che arriveranno primi in quella gara.

 

top runner - team

 

Perché assumere i top runner?

Eh infatti, perché?
Mantiene alti i risultati della maratona, raggiungendo dei record notevoli come nel caso della Lago Maggiore Half Marathon e conferisce un certo privilegio alla gara.
Il numero di top runner assunti varia in base al budget ed al tipo di maratona, loro lo sanno che si devono alzare e devono correre più veloce di chiunque altro.
E lo fanno con facilità, vengono poi pagati e premiati in base ai risultati ottenuti, il manager in genere tiene per se una percentuale tra il 10 e il 30%.

L’organizzazione spende per innalzare il livello della gara, quindi più persone sono invogliate a gareggiare a livello competitivo, facendo di anno in anno acquisire prestigio alla maratona.

 

top runner - giobi

 

Una carriera piena che come molte di quelle sportive si ferma prima dei quarant’anni.
Abbiamo chiesto come vorrebbero gestire la pensione anticipata e in massima parte quello che vogliono fare è investire i soldi guadagnati in terre e bestiame e condurre una vita tranquilla (almeno si spera) nel paese d’origine.
Un salto culturale niente male rispetto al nostro, dove pensiamo molto di più a carriera, casa, automobile e il raggiungimento di uno status.

Questo è quello che fanno i top runner, presenti da anni nel settore dove è risaputo.
E noi che pensavamo fosse una cosa segreta, che non si potesse dire, che fosse fatto tutto sotto banco..
Macchè! Alla luce del sole!